La coniugazione dei verbi





La coniugazione dei verbi è l’insieme delle variazioni che il verbo subisce per descrivere un’azione specificando la persona che la compie, il modo in cui la compie ed il tempo in cui si svolge.

Un verbo è composto essenzialmente da tre parti:

una parte invariabile chiamata BASE o RADICE che indica il tipo di azione o stato di cui si sta parlando:

SCRIVERE  “scrivradice del verbo scrivere

una VOCALE TEMATICA che caratterizza la coniugazione:

CANTARE   prima coniugazione
CORRERE  seconda coniugazione
DORMIRE  terza coniugazione

L’unione della RADICE e della VOCALE TEMATICA formano il TEMA di un verbo:

PORTARE  “portatema del verbo portare

una PARTE MORFOLOGICA VARIABILE che unita alla VOCALE TEMATICA viene denominata DESINENZA che indica la persona, animale o cosa che compie l’azione, il momento in cui si verifica e il modo in cui si svolge.


MANGIAVO
PARTIRÀ
PORTARONO
 
Nonostante le desinenze verbali siano numerose, con sufficiente pratica linguistica, ascoltando la gente parlare o leggendo, saremo in grado capire tutte le informazioni che esse contengono:

CANTAVAMO

La radice “cant” indica l’azione di emettere con la voce una melodia.
La desinenza “avamo” indica che chi compie l’azione è la prima persona al plurale (noi), che l’azione compiuta è reale (modo indicativo), che l’azione veniva compiuta al passato (tempo imperfetto), che l’azione dura nel tempo ( durativa) e che l’azione può passare su un oggetto (transitivo).


Continua a imparare i verbi di servizio facendo clic sui link qui sotto:

Coniugazioni regolari e irregolari

Coniugazione dei verbi ausiliari

Coniugazione attiva

Coniugazione passiva

Coniugazione riflessiva

Verbi difettivi

Verbi sovrabbondanti

 



Share This