Usi particolari dell’articolo

Usi particolari dell’articolo
 
 
Quando parliamo degli usi particolari dell’articolo, ci riferiamo all’omissione o meno dell’articolo davanti a un nome, che può variare molto da una lingua all’altra e che può far commettere errori a uno straniero che studia italiano.
 
Vediamo ora alcuni casi in cui l’articolo è soggetto a regole particolari.
 
L’articolo non si usa con:
 
·      I nomi di isole piccole e i nomi di città, tranne quando fanno parte del nome come La Spezia, il Cairo, ecc.:
 
Roma è la capitale d’Italia. 
Capri è un’isola bellissima.
 
·      i nomi propri di persona:
 
Giorgio è proprio un ragazzo intelligente. 
Maria si è sposata la settimana scorsa.
 
·      i cognomi maschili (tranne nel linguaggio burocratico e della cronaca)
 
Ho visto Berlusconi alla televisione.
 
·      gli aggettivi possessivi quando precedono un nome di parentela al singolare che non sia (loro)
 
mio padre, tua sorella, nostra zia.
 
·      con numerose e varie espressioni particolari come:
 
di proposito
con simpatia
rimanere a casa
sentire freddo
camera da letto
giocare a carte
parlare francese
 
L’articolo si usa con:
 
·      i nomi propri di persona quando sono preceduti da un aggettivo qualificativo o da un nome comune:
 
l’intrepido Luigi
il dottor Carli
 
·      con i cognomi che indicano marito e moglie o una famiglia intera:
 
i signori Carli
 
·      con i cognomi di donne:
 
ho incontrato la Falcone per la strada
 
·      con i nomi di montagna, laghi, mari, oceani e fiumi:
 
l’Everest 
il lago di Como 
il Mediterraneo 
il Pacifico 
le Alpi 
il Po
 
·      con i nomi di isole grandi:
 
la Sardegna
la Corsica
 
·      con i nomi di regioni, stati e continenti:
 
il Piemonte
la Svizzera
l’America
 
·      con i nomi di città se accompagnati da un aggettivo o da una specificazione:
 
la Milano moderna 
la Roma dell’anno 20 prima di Cristo
 
·      gli aggettivi possessivi quando precedono un nome di parentela al plurale
 
le mie sorelle 
i miei cugini
 
Vi sono casi in cui l’articolo si può usare o omettere, vediamo alcuni casi.
 
·      Davanti ai cognomi di personaggi famosi:
 
Verdi, Garibaldi, Colombo 
l’Alfieri, l’Alighieri, il Tasso
 
·      Davanti a soprannomi di personaggi celebri:
 
(il) Botticelli
(il) Guiscardo